Completa integrazione nel flusso di lavoro di Rhino

  • VisualARQ è completamente integrato nell'interfaccia di Rhino: menu, barre degli strumenti e comportamento dei comandi come in Rhino.
  • Mostra una rappresentazione architettonica 2D standard del modello 3D.
  • VisualARQ usa lo stesso sistema di viste, aggiungendo una scala di rappresentazione e contrassegni per le elevazioni.
 

Oggetti architettonici parametrici

  • VisualARQ è dotato di una libreria di oggetti architettonici parametrici supportati dalle curve NURBS, per cui si possono ottenere forme di qualsiasi tipo. Gli oggetti si possono creare a partire da linee rette, archi o seguendo i contorni di curve free-form.
  • Tutti gli oggetti di VisualARQ (tranne i solai ed i tetti) presentano una libreria di stili diversi. Gli oggetti possono essere editati, modificati, estesi e ad ognuno di essi si possono assegnare degli attributi. Gli oggetti si possono anche importare oppure esportare per essere usati in altri documenti.
  • Gli oggetti di VisualARQ (tranne i solai ed i tetti) sono dotati di punti di controllo per l'editing delle loro dimensioni ed il loro posizionamento direttamente nel modello.
  • Gli oggetti di VisualARQ si possono editare in qualsiasi momento.

Muri



  • Le intersezioni tra i muri vengono risolte nella rappresentazione grafica 2D e 3D.
  • I giunti dei muri, la ripiegatura dei componenti dei muri e le rappresentazioni grafiche 2D sono completamente personalizzabili.
  • Le quote dinamiche mostrano informazioni sull'oggetto sotto il cursore quando nessun comando è attivo. (Il comando siSmartInfo attiva e disattiva questa funzione).
  • Comando per la creazione di muri a partire da curve di qualsiasi forma, modificabili usando i punti di controllo della linea base. (video)
  • Comando per estendere i muri verticalmente verso una superficie, una polisuperficie, un tetto o un solaio.
  • Comandi per effettuare operazioni booleane con i muri: aggiungi, sottrai ed estrai solidi.
  • Opzioni per la selezione dei muri: i muri collegati ai muri specificati e le porte o finestre contenute nei muri specificati.
  • Comando per suddividere un muro sul punto specificato.
  • Comando per invertire la direzione di un muro: il punto iniziale diventa quello finale, la parte interna diventa quella esterna e viceversa.
  • Porte, finestre ed aperture si possono inserire in muri di qualsiasi stile e forma.

Porte, finestre ed aperture


  • Opzione per definire uno stile di porta/finestra/apertura personalizzato usando un blocco 3D per la vista Modello ed un blocco 2D per la vista in Pianta. Si richiede un profilo personalizzato anche per definire la forma delle aperture nel muro. (video)
  • Porte, finestre ed aperture si possono inserire solo nei muri a cui vengono ancorati. Le aperture vengono generate automaticamente nel muro in cui vengono inserite e si aggiornano automaticamente dopo ciascuna modifica. (video porte, video finestre)
  • Comando per creare una serie di porte/finestre in un muro.
  • Proprietà degli stili di porte e finestre: Attributi, Nome, Tipo di apertura (a battente o scorrevole), Forma (Profilo), Telaio, Fermo, Ante, Vetri (con o senza listelli) e Blocchi personalizzati. Le finestre possono anche avere un Davanzale.
  • Le finestre e le porte possono essere create a partire da curve di profilo direttamente nel modello. (video)

Colonne e travi

  • Le colonne e le travi sono definite da un Profilo: per ciascun oggetto, si include una libreria di profili parametrici. Essi si possono editare in qualsiasi momento.
  • Le colonne possono avere un componente rivestimento.
  • Le colonne si possono inserire all'interno o all'esterno di un muro. Le intersezioni vengono calcolate automaticamente nella vista in pianta e nella vista modello. (video)
  • Le travi si possono creare a partire da curve di qualsiasi forma. Alle travi vengono assegnati gli stessi punti di controllo della curva originale, per cui si possono editare. (video)

Scale (video)

  • Le scale possono avere una sola direzione oppure possono essere formate da varie rampe aventi direzioni diverse, unite tra di loro da pianerottoli.
  • I punti di controllo di una scala sono uno per ogni rampa + il punto di inserimento. Tali punti di controllo consentono di editare la direzione delle rampe della scala e la lunghezza.
  • Le scale normalmente presentano una soletta portante, il cui spessore superiore ed inferiore si può editare per farlo coincidere con lo spessore della piastra del relativo pianerottolo.
  • Scale a spirale disponibili. (video)

Ringhiere (video)

Stili di ringhiere
  • Le ringhiere sono definite dai parametri e dalla combinazione dei loro componenti: montanti, correnti e balaustre.
  • Vari parametri definiscono i correnti, i montanti e le balaustre di uno stile di ringhiera: profili dalle forme personalizzate, margini, allineamenti, posizione, ecc...
  • Le ringhiere si possono creare a partire da curve di qualsiasi forma. Alle ringhiere vengono assegnate gli stessi punti di controllo della curva originale, per cui si possono editare.

Solai e tetti (video)


  • Solai e tetti vengono creati direttamente e definiti a partire dalla proiezione di qualsiasi tipo di curva chiusa e planare.
  • Opzione per la creazione di tetti ad una falda, tetti a due falde e tetti a padiglione
  • Ci sono 3 opzioni per definire il taglio del bordo del tetto: Piatto, squadrato ed a piombo.
  • Comandi per effettuare operazioni booleane con solai e tetti: aggiungi, sottrai ed estrai contorni.
  • Comando per cambiare lo spessore di solai e tetti.
  • Comando per cambiare l'angolo di inclinazione di tutto il tetto oppure di ogni singola facciata.
  • I solai ed i tetti hanno tanti punti di controllo quanti ne hanno le curve da cui sono stati creati. Tali punti di controllo consentono di modificarne i contorni e di cambiare i nuovi contorni aggiunti o sottratti.

Finestre di dialogo libere

VisualARQ presenta vari tipi di finestre di dialogo che aiutano l'utente durante l'editing degli oggetti e la creazione di nuovi stili, rendendo più facile e più veloce il processo di modellazione.



Gestore dei livelli (video)

  • La finestra di dialogo dei livelli consente la creazione ed il controllo di nuove costruzioni e nuovi piani su vari livelli.
  • Dalla finestra di dialogo dei livelli si può esercitare un controllo sul PianoC di ciascun livello (piano di lavoro), sugli stati di visibilità e di blocco, così come sui valori di elevazione e piano di taglio.
  • Comando per impostare il piano corrente all'interno di una vista, facendo doppio clic sul nome di un livello.
  • Opzione per scegliere tra la visualizzazione della vista superiore di VisualARQ e le viste di Rhino.

Finestra di dialogo di inserimento oggetti

  • Elenco degli stili: Mostra la libreria predefinita di stili di oggetto da inserire nel modello.
  • Informazioni: Modalità da specificare quando si inserisce un oggetto (indipendentemente dalle proprietà del suo stile).
  • Anteprima: Mostra un'anteprima dell'oggetto corrente con una rappresentazione della vista in 3D ed una rappresentazione in pianta 2D.

Gestore degli stili degli oggetti

  • Definisce e modifica i parametri dello stile di un oggetto e dei suoi componenti.
  • Usa procedure guidate per la creazione e l'editing di nuovi oggetti architettonici. Una finestra di anteprima mostra le modifiche in tempo reale.
  • Assegna una serie di attributi oggetto a ciascun componente di un oggetto e li edita: materiale, rappresentazione grafica, proprietà di stampa, visualizzazione, ecc.

Finestra di dialogo delle proprietà oggetto

  • Le proprietà dell'oggetto si possono editare anche dalla sezione di VARQ, integrata nella finestra di dialogo delle Proprietà di Rhino.

Documentazione ed altri strumenti

Vani (video)

  • Comando per creare uno o più vani. Le informazioni relative ai vani (nome, area, perimetro, ecc.) vengono visualizzate in un'etichetta e la loro geometria viene contrassegnata da un pattern tratteggiato.
  • I vani si possono creare specificando un punto interno (ad un contorno chiuso generato da muri e/o colonne), a partire da una curva oppure da una superficie piana. Funzionano tutti per piani.
  • I vani creati specificando un punto si possono aggiornare con il comando Aggiorna di VisualARQ.
  • Anche i vani sono collegati alle tabelle di VisualARQ.

Tabelle (video)

  • Anche se VisualARQ include due stili predefiniti di tabelle per il computo delle aperture e dei vani, si possono creare nuovi stili di tabelle per il computo di qualsiasi oggetto di VisualARQ.
  • Le tabelle possono misurare, per esempio, l'area, la lunghezza ed il volume degli oggetti di VisualARQ.
  • Le tabelle sono vincolate al modello: quando il modello viene modificato, le informazioni visualizzate nella tabella si possono aggiornare usando il comando Aggiorna.
  • Le tabelle si possono esportare in formato Excel e .csv.

Prospetti di porte e finestre

  • Comando per creare disegni 2D a partire da tutte le aperture selezionate (porte e finestre) in un modello.
  • I prospetti delle aperture vengono mostrati nella vista in Pianta con le loro quote principali e con un riferimento che ne identifica la posizione nel modello.
  • Anche i prospetti di porte e finestre sono collegati alle tabelle di VisualARQ.

Sezioni (video)

  • Comando per creare automaticamente sezioni e prospetti del progetto: Il disegno 2D generato mostra la proiezione degli oggetti 3D selezionati, così come una linea di taglio ed un testo di riferimento della sezione nella vista in pianta.
  • Sezione dinamica: opzione per visualizzare il modello sezionato in tempo reale.
  • Gli oggetti di Rhino e VisualARQ vengono tratteggiati nei disegni delle sezioni, secondo gli attributi degli stili delle viste di sezione. (video)
  • Le sezioni sono vincolate al modello: spostando la linea di taglio della sezione, il disegno 2D si aggiorna automaticamente. Se si modifica/elimina uno qualsiasi degli oggetti selezionati, possiamo aggiornare il disegno 2D usando il comando Aggiorna di VisualARQ.

Vista in pianta

  • Comando per creare una vista in pianta: i disegni 2D creati con questa operazione si possono usare per comporre i vari layout.
  • Nella finestra di dialogo del gestore dei livelli, c'è un'opzine per scegliere tra la visualizzazione della vista superiore di VisualARQ e le vista superiore di Rhino.
  • Opzione per la quotatura automatica quando si crea una vista della pianta del pavimento.
  • Viste in pianta in tempo reale nei dettagli dei layout di pagina.

Nuovo profilo

  • Comando per creare profili personalizzati che possono essere usati per la creazione di colonne, travi, ringhiere, porte, finestre ed aperture custom. Questi profili non sono parametrici.

Aggiorna

  • Comando che consente di aggiornare le modifiche effettuate su uno o più oggetti, nei casi in cui l'aggiornamento non avvenga in modo automatico.

Compatibilità con altri formati file

  • I file di VisualARQ vengono salvati come file .3dm di Rhino.
  • Esportazione IFC: VisualARQ include un modulo di esportazione in formato IFC che consente l'esportazione dei file mantenendo le informazioni edilizie BIM, in modo tale che possano essere lette da altre applicazioni software. Ulteriori informazioni qui.
  • Importazione ed esportazione da e verso AutoCAD: È possibile importare i file .dwg in Rhino e VisualARQ e convertire le linee 2D in geometria 3D.  È possibile esportare i disegni in pianta, sezione e prospetto generati in VisualARQ verso AutoCAD come file .dwg. Ulteriori informazioni qui.

Rendering

  • Il gestore dei materiali di VisualARQ supporta i materiali di tutti i motori di rendering supportati da Rhino. Alcuni dei motori di rendering più usati:
    • Rendering di Rhino
    • V-Ray per Rhino 
    • Flamingo nXt
    • Maxwell render
    • Brazil
    • Penguin
  • L'assegnazione di materiali agli oggetti di VisualARQ funziona come in Rhino.

VA-GH

Integrazione con Grasshopper

  • L'add-on "VisualARQ Grasshopper Components" consente di creare e lavorare con gli oggetti architettonici di VisualARQ direttamente da Grasshopper. 
  • Consente la creazione di algoritmi generativi coinvolgendo gli oggetti di VisualARQ all'interno di Grasshopper, permettendo di esplorare nuove forme e di parametrizzare i progetti architettonici.
  • Ulteriori informazioni qui.

Savanna 3D

  • VisualARQ include SAVANNA3D, oltre un migliaio di modelli 3D dettagliati in formato 3DM, con varie collezioni di oggetti comunemente usati, raggruppati per tipo o funzione. Si tratta di un'estesa e completa libreria di blocchi di Rhino, generati per la progettazione architettonica e di interni. (L'opzione "download" non include Savanna 3D).
  • Video dimostrativo in cui troverete alcuni dei file 3DM della libreria Savanna3D.
  • Savanna3D è un prodotto sviluppato da McNeel Miami. Potete scaricare una versione dimostrativa gratuita da qui.